I Fiori Blu: un premio letterario dal respiro nazionale

Scritto da il 28 Gennaio 2020

Un premio letterario ideato per contribuire a far rifiorire  una nuova sensibilità culturale nella comunità  che, proprio  nella forza creatrice dell’arte, può trovare l’impulso per   riemergere  dal buio di un’attualità segnata amaramente dal disagio sociale e l’illegalità. In estrema sintesi,  è  questa la mission del Premio Letterario Nazionale “I fiori blu” che parte a febbraio per concludersi il 28 aprile 2020, data in cui verrà designato il vincitore del Premio tra i sedici titoli  selezionati.

Un progetto ambizioso  firmato dalla neonata associazione I Fiori Blu, ‘sbocciata’ spontaneamente dall’humus generato dal desiderio condiviso di  alcuni cittadini foggiani di unirsi, “per seminare, far germogliare e raccogliere un nuovo spirito critico, un nuovo primato della conoscenza e della cultura”.

Il nome dell’Associazione/ Premio –  che vede la direzione artistica della giornalista Alessandra Benvenuto  e il patrocinio della Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese,  Provincia  e Comune di Foggia –    deriva dal libro “Fleurs blu”  di Raymond Queneau, in cui è la  frase ispiratrice: “Uno strato di fango ricopriva ancora la terra, ma qua e là piccoli fiori blu stavano già sbocciando“ , che illustra con immediatezza  l’obiettivo programmatico  di questa nuova realtà associativa.

Per questa prima edizione i libri in concorso sono 16, divisi tra la sezione Saggistica e la sezione Narrativa, e vedono in gara una rosa di autori nazionali di primo piano, tra cui  Bianca Berlinguer, Massimo Recalcati, Walter Veltroni, Camilla Baresani. Di grande prestigio anche le personalità che compongono la Giuria Tecnica –  Ritanna Armeni,  Sandra Patrignani,  Paolo Mieli, Marco Ferrante e Pierluigi Battista – che  sarà affiancata dalla Giuria dei Lettori, che potranno  esprimere la preferenza direttamente sul sito www.premioifioriblu.com, dove sono  presenti anche tutte le info sul progetto e i libri in gara.

La scelta di mobilitare i gruppi di lettura popolari,  infatti, sono un preciso invito alla partecipazione attiva dei cittadini, decisa proprio nella logica dei principi di  “azionariato popolare”,  che traduce, di fatto, le aspirazioni del premio. Noi di RadioNovaIons 97  abbiamo deciso di supportare questa iniziativa come media partner perché siamo sicuri che  il progetto proietterà  la città finalmente in “positive position” nel panorama culturale nazionale.  Inoltre, ci piace l’idea della partecipazione diretta che invoglia tutti alla lettura: le  opere  sono disponibili per il prestito presso la Biblioteca Magna Capitana, in Viale Michelangelo a  Foggia, dove dall’8 febbraio sono in programma  gli incontri di presentazione dei libri. Una bellissima occasione per  lasciarsi contagiare dal sempre più vivo desiderio di rinascita ( e speriamo rivoluzione)  che aleggia da un po’ in città.

 


Leggi

[non ci sono stazioni radio in archivio]