Simona Norato ad Onda Lunga

alessandro licusati

[PODCAST]

Martedi 20 novembre è stata ospite di Onda Lunga la musicista siciliana Simona Norato. Il suo secondo disco , già dal titolo “Orde di brave figlie” , mette le carte in tavola ; e’ un disco che gioca sugli opposti, Simona è una dominatrice di generi diversi che riconduce all’interno della forma canzone.

 

Nel video del brano che da il titolo all’album Simona dimostra che anche nella danza ama gli opposti,  ci ha confessato che si sente affascinata dai principi del taoismo e una certa irrequietudine, durante l’intervista emerge una sua forte personalità, io la definirei una “fimmina incantata” (cit. Max Magnus) .

 

L’autrice ha scelto di ascoltare “Orde di brave figlie” e  “Questo universo Spione”,  io vi segnalo anche la canzone-colta  Chirurgia del Tavolo e l’energica “Scegli me tra i bisonti”.

Il suo brano “Onda Lunga” è “Sea song” di Robert Wyatt , l’ex frontman dei Soft Machine è sicuramente uno dei modelli di riferimento. La lunga collaborazione con Cesare Basile ( Simona ha fatto parte del gruppo di musicisti che lo accompagna) sembra aver colorato di blues la formazione di base della musicista siciliana più incline al jazz e all’approccio classico agli strumenti non elettrici.

Potete riascoltare l’intervista nel podcast della puntata che contiene anche una serie di brani di “fimmine incantate” se mi si consente la citazione.