Festival Radici: un laboratorio di cultura e cittadinanza nel cuore di Lucera

Written by on 31 Luglio 2018

Un innovativo Laboratorio diffuso di Cultura e Cittadinanza per invitare tutti a sperimentare un’innovativa  modalità di “fare rete e ridefinire il senso più profondo di appartenere al nostro tempo”. In estrema sintesi è questa  l’idea alla base del “ Festival Radici” in programma  dal 3 al 5 agosto a Lucera. Il centro storico del comune federiciano è, infatti,  pronto ad  accogliere la prima edizione di questa  rassegna di incontri letterari, mostre, readings e concerti per stimolare il dialogo, la curiosità, il desiderio di poesia attraverso l’incontro/scambio con scrittori, giornalisti, musicisti, attori e studiosi tra le voci più autorevoli del panorama culturale italiano e internazionale. Tra i nomi più attesi  Maria Antonietta e Dimartino, tra le più apprezzate voci del cantautorato italiano contemporaneo,  la popolare attrice Valentina Lodovini, il grande  critico cinematografico  e giornalista Goffredo Fofi, lo scrittore e sceneggiatore Marcello Fois e  l’esploratrice  Elizabeth Pisani. 
Il progetto, nato “dal basso” in seguito all’alleanza progettuale tra Add editore di Torino e Kublai – Libreria Dolceria di Lucera, in collaborazione con il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Foggia, propone una tre giorni densissima di appuntamenti: questo il programma :

Venerdì 3 agosto
Ore 18.00 • Via Bovio 9
La Crepa e Salvezza. Presentazione delle mostre tratte dai graphic novel di Carlos Spottorno e Guillermo Abril (add editore) e di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso Art (Giangiacomo Feltrinelli Editore Comics) in collaborazione con il festival La grande invasione di Ivrea.
Seguirà brindisi di inaugurazione del Festival.
Le mostre saranno visitabili dal 3 al 5 agosto dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 23.

Ore 19.00 • Piazza Duomo (lato via Carlo D’Angiò)
Alle radici delle parole. Dialogo tra Angelo Ferracuti e Goffredo Fofi
Le parole che usiamo definiscono la nostra identità, la nostra visione del mondo e il nostro modo di esercitare la cittadinanza.
Goffredo Fofi e Angelo Ferracuti dialogano su frontiera e popolo, due parole quanto mai attuali.

Ore 21 • Piazza Duomo (lato via Carlo D’Angiò)
Indonesia: una nazione di differenze con Elizabeth Pisani. Esploratrice, epidemiologa, scrittrice, Elizabeth Pisani porterà in Indonesia anche i non viaggiatori e tutti coloro che sono curiosi del mondo. Composta da oltre 17.000 isole, centinaia di lingue locali, sei religioni principali, mille frontiere interne, è la ‘nazione improbabile’.

Sabato 4 agosto
Ore 19.00 • Piazza Duomo (lato via Carlo D’Angiò)
Frontiera. Introduzione poetica di Maria Del Vecchio,  Dialogano sul tema Davide Mattiello, Donatella Di Pietrantonio e Dimartino. La frontiera è la linea immaginaria su cui si gioca la convivenza dei popoli e si infiamma il confronto politico in tutto il mondo. Una linea di separazione ma anche di riunione, di scontro e di incontro.

Ore 21.00 • Piazza Duomo (lato via Carlo D’Angiò)
Reading
Valentina Lodovini legge da Stranieri su un molo di Tash Aw. Ore 22.30 • Piazza Duomo (lato via Carlo D’Angiò)

Concerto
Dimartino in set acustico

Domenica 5 agosto
Ore 19.00 • Piazza Duomo (lato via Carlo D’Angiò)
Popolo . Introduzione poetica di Maria Del Vecchio . Dialogano sul tema Marco Filoni, Andrea Staid e Maria Antonietta.
Un fascino tutto nuovo investe la parola popolo. Tutti lo invocano: bello, sovrano, illuminato e giusto. È lui che detiene la volontà generale. Ma cosa significa essere popolo?

Ore 21.00 • Piazza Duomo (lato via Carlo D’Angiò)
Renzo Lucia e io con Marcello Fois . I Promessi Sposi romanzo popolare, una lettura innamorata del romanzo di Manzoni, che racconta che nazione siamo, che lingua parliamo, fino a che punto ci conosciamo. con Marcello Fois

Ore 22.30 • Piazza Duomo (lato via Carlo D’Angiò)
Concerto: Maria Antonietta in set acustico

CONTATTI:
Mail: segreteria@festivalradici.com
Facebook: www.facebook.com/festradici
Instagram: www.instagram.com/festivalradici