Questioni Meridionali capitolo XVIII. Pinuccio e Franco Arminio tra i protagonisti della due giorni

Written by on 13 settembre 2018

Torna nel centro storico di Foggia, il 13 e 14 settembre,  l’atteso appuntamento con Questioni Meridionali, format ideato e coordinato dall’associazione SpazioBaol e realizzato con il sostegno di Comune di Foggia-Assessorato alla Cultura, Fondazione dei Monti Uniti, in collaborazione con la Libreria Ubik Foggia e Biblioteca La Magna Capitana.

Un festival sui generis che propone, per questo 18esimo capitolo intitolato #lemiequestinimeridionali,   un’interessante rassegna di incontri con personalità che partecipano, in modi molto diversi, alla  riflessione di ampio respiro  intorno al Sud, inteso come terra  “che ha bisogno di riscatto, di esprimere e parlare la propria lingua, coniugare i propri verbi e a farlo dovrebbero essere soprattutto i giovani a cui un’idea di futuro libera, leale e trasparente è stata più volte ipocritamente sottratta.”

Il programma della due giorni, quest’anno ospitata tra il Chiostro di santa Chiara in via Arpi e Piazza Purgatorio, vede protagoniste quattro personalità molto diverse, unite dal fil rouge di dare espressione a nuove prospettive di “visione” su delicate tematiche sociali e culturali che alimentano il dibattito sulle questioni meridionali. Questo il programma:

giovedì 13
Massimiliano Arena “Io avvocato di strada”// Chiostro di Santa Chiara// ore 19:00
È direttore della rivista «Diritto minorile», giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Bari e garante della Provincia di Foggia per l’Infanzia e l’Adolescenza. Fondatore e responsabile del locale sportello degli Avvocati di Strada dove, assieme a tanti altri giovani colleghi, presta assistenza legale gratuita a migliaia di esclusi dalla società, immigrati senza documenti o sfruttati come schiavi delle campagne. Esperienza che racconta in un libro appena uscito per Baldini e Castoldi.
Alessio Giannone/Pinuccio “E’ tutto troppo a sud”// Chiostro di Santa Chiara// ore 21:00
Giornalista, autore, sceneggiatore, attore. Al suo fianco il più delle volte c’è Sabino, punto di vista popolare sulla realtà. Compagno sincero e schietto. Dalle emittenti locali alla ribalta nazionale fino al suo approdo a Striscia la notizia come inviato. E la rubrica per alcune testate nazionali.

venerdì 14
Simona Binni “La memoria delle tartarughe marine”// Piazza Purgatorio // ore 19:30
Nata a Roma nel 1975, illustratrice, disegnatrice, scrittrice. Nel suo ultimo libro, ‘La memoria delle tartarughe marine’, una graphic novel edita da Tunuè, racconta una storia di migrazioni e legami familiari, di andate e ritorni.

– Franco Arminio “Assalto alla poesia”// Piazza Purgatorio // ore 20:30
Roberto Saviano lo ha definito “uno dei poeti più importanti di questo paese, il migliore che abbia mai raccontato il terremoto e ciò che ha generato”. Tutta la sua opera è permeata da una profonda passione, vissuta in prima persona in Irpinia, per la dimensione paesana, per la natura che avvolge e scandisce i ritmi, per l’immediatezza del rapporto quotidiano con la vita e con la morte, per il paesaggio come un corpo femminile, e viceversa.

info: https://www.facebook.com/questionimeridionalifoggia/